Comitato Scientifico

Claudio Smiraglia
Coordinatore Scientifico

Glaciologo di fama internazionale, il Prof. Claudio Smiraglia insegna dal 1991 alla Facoltà di Scienze dell’Università Statale di Milano. I suoi campi di ricerca riguardano le relazioni fra dinamica glaciale e climatica, i rockglaciers e le variazioni glaciali recenti. Già Presidente del Comitato Glaciologico Italiano, membro del Comitato Ev-K2-CNR e Presidente del Consiglio Scientifico Centrale del Club Alpino Italiano. Sui temi della glaciologia ha pubblicato oltre 150 lavori scientifici e numerosi lavori divulgativi. Ha compiuto missioni scientifiche sui ghiacciai dei vari continenti, dal Karakorum all’Islanda, dall’Himalaya alle Ande, dall’Alaska all’Antartide, all’Africa.

Kenneth Hewitt
Consulente Scientifico

Professore Emerito di Geografia e Studi Ambientali e ricercatore associato del Cold Regions Research Centre della Wilfrid Laurier University a Waterloo (Ontario, Canada). Ha guidato più di quindici spedizioni scientifiche in Himalaya, nella regione del Karakorum e ha pubblicato estensivamente sui processi glaciali e idrologici dell’area. Recentemente ha ripercorso i viaggi dei primi esploratori himalayani, per studiare i cambiamenti a carico dei ghiacciai e dell’ambiente negli ultimi due secoli. Ha quatto figli, vive a Toronto (Ontario) e divide il suo tempo tra la ricerca scientifica, le pubblicazioni e lo studio della musica classica.

Christoph Mayer
Consulente Scientifico

Glaciologo, ha iniziato la sua carriera nelle regioni polari, occupandosi del trasporto glaciale dalla piattaforma glaciale antartica e delle condizioni di scioglimento del ghiaccio ai bordi della piattaforma glaciale della Groenlandia. Da circa 10 anni concentra il proprio lavoro scientifico sugli effetti dei cambiamenti climatici sui ghiacciai montani. Obbiettivo primario delle sue ricerche sono in particolare le condizioni di scioglimento dei ghiacciai coperti da detriti dell’Asia Centrale e del Karakorum, nonché l’evoluzione temporale delle lingue glaciali coperte da detriti. Il dott. Mayer è membro della Accademia Bavarese delle Scienze e collabora con numerose istituzioni in tutto il mondo nello studio dei cambiamenti dei ghiacciai in Asia e nelle Alpi.

Stefano Urbini
Consulente scientifico

Geologo, PhD in Geofisica lavora come ricercatore all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma, dove svolge la sua attività di ricerca nel campo delle prospezioni geofisiche applicate alle risorse ambientali. Ha partecipato a 13 spedizioni scientifiche in Antartide organizzate dal Programma Nazionale di Ricerca in Antartide (PNRA) delle quali 4 come membro del progetto internazionale “ITASE” (International Trans Antarctic Scientific Exploration) finalizzato alla determinazione della storia climatica degli ultimi 250 mila anni.  E’ stato membro della spedizione “Kamil crater” (Egitto) volta alla caratterizzazione geofisica di un cratere d’impatto meteoritico nel deserto del Sahara nell’ambito degli accordi italo-egiziani EISY 2009 (Egypt-Italy Science Year 2009). Inoltre ha collaborato, in qualità di esperto in geofisica applicata, con la commissione preparatoria dell’ONU per la messa al bando dei test nucleari (CTBTO) nell’ambito delle On Site Inspections (OSI).  Attualmente è impegnato con il progetto SHARE-PAPRIKA (gestito dal Consorzio Ev-K2-CNR) su una ricerca volta alla determinazione dello spessore del ghiacciaio del Baltoro (Karakorum) tramite misure di Radio Echo Sounding.